Finalmente i 550 studenti dei corsi di Laurea in Fisioterapia, Scienze Infermieristiche e Tecnici della Prevenzione Ambientale saranno trasferiti nelle nove aule messe a disposizione dal Politecnico.

La sede individuata, allocata al quartiere Paolo VI, è decorosa e attrezzata – Eugenio D'Amato affermano Eugenio D’Amato e Massimo Matera dell’A.I.Fi. Puglia – sezione di Taranto, e permetterà agli studenti di seguire il proprio percorso formativo nelle migliori condizioni. La sede di via Deledda, ricorda l’Associazione dei Fisioterapisti, nella quale si stavano svolgendo le lezioni, era stata dichiarata non idonea perché troppo vicina ai parchi minerali dell’ilva, ed era inoltre senza corrente elettrica da novembre 2013.

Massimo MateraTaranto vanta una tradizione ultra trentennale nella formazione dei fisioterapisti, e molti di loro si sono affermati a livello nazionale. L’A.I.Fi. ritiene  fondamentale che i futuri fisioterapisti conseguano una formazione universitaria di alto livello che consenta loro di affrontare con serenità il mondo della professione.

Perdere i corsi di laurea delle professioni sanitarie sarebbe stato un danno per la città di Taranto.  Un danno economico, perché più di trecento studenti sono fuorisede, ma anche culturale,  perché l’Università è un’opportunità di crescita  per tutto il territorio.

Le richieste degli studenti sono state anche oggetto di un’ interrogazione parlamentare, presentata dall’On. Giuseppe D’Ambrosio. La consigliere regionale Annarita Lemma ha seguito, con impegno, la svolgimento del trasloco.

 

Taranto, 7 febbraio 2014