L’A.I.FI. Puglia, piantumerà quest’anno una “quercia” simbolo di vita, stabilità e forza

La cerimonia si terrà lunedì 09 settembre presso Casa di Cura Villa Verde di Taranto

In occasione della Giornata Mondiale della Fisioterapia, che ricorre l’08 settembre, l’Associazione Italiana Fisioterapisti Regione Puglia ha deciso, anche quest’anno, di piantumare una quercia, in un Presidio Riabilitativo pugliese.

L’iniziativa nata nel 2016 con la piantumazione di albero di ulivo, simbolo per i fisioterapisti dell’A.I.FI. Puglia della dedizione e dell’impegno nel recupero e nella riabilitazione dei pazienti, quest’anno ha individuato come struttura riabilitativa la Casa di Cura Villa Verde di Taranto, che si è sentita onorata nell’accogliere la proposta e condividere insieme ai fisioterapisti un momento di grande valore umano e professionale. La cerimonia si terrà lunedì 09 settembre alle ore 10.00.

Fin dai tempi più remoti, la quercia fu considerata albero sacro e oracolare. E’ simbolo di vita, di stabilità, di forza. Con le sue radici profonde scava nella terra e con i suoi alti rami tocca il cielo, diventa simbolo dell’uomo completo, materiale e spirituale……. Viene spesso raffigurata come “l’albero della vita”, poiché può vivere molto a lungo, anche più di 1000 anni. L’albero ha in sé il senso della completezza e dell’eternità, poiché sulla sua chioma nascono i fiori di entrambi i sessi. Portando con sé il seme maschile (il padre) e il seme femminile (la madre), possiede il dono di procreare un terzo(il figlio) che è essa stessa.

Una giornata importante, un’opportunità per sensibilizzare il cittadino circa il fondamentale contributo che il fisioterapista può dare per la salute delle persone con l’obiettivo di sollevarlo dalla sofferenza e riportarlo ad una qualità di vita migliore.

L’evento sarà realizzato grazie alla disponibilità e al contributo della Clinica Villa Verde, degli sponsor Officine Ortopediche Tombolini e Medical Calò e di un cittadino che ha voluto fortemente donare la targa e il supporto da apporre accanto alla quercia.

La cittadinanza è invitata.